gli appuntamenti del mese:

Agosto

Il mese Agosto, con le sue temperature calde, è il periodo ideale per stare all’aria aperta nelle ore fresche del mattino, o della sera, evitando invece le ore più roventi del mezzogiorno.  Il clima caldo richiede determinati accorgimenti, controllare sempre lo stato di bagnatura della terra nei vasi, soprattutto se i contenitori sono di piccole dimensioni. Irrigare sempre direttamente il terriccio, senza bagnare la vegetazione.

Ornamentali e Floreali

FIORI IN VASO ED IN PIENA TERRA 
 
ORCHIDEE: Le orchidee, in periodi caldi, hanno esigenze particolari.  Bagnarle con acqua pura nebulizzata sulle foglie, ed irrigarle da 1 a 2 volte a settimana (aumentare al bisogno in base alla temperatura), concimarle regolarmente con il prodotto specifico AL.FE CONCIME PER ORCHIDEE da applicare ogni 7 giorni (1 misurino ogni 2 litri d’acqua). Il terriccio AL.FE SOLEVIVO ORCHIDEE garantisce un terreno di crescita ideale, garantendo la giusta ritenzione idrica e le condizioni idonee per le radici.  Prestare la massima attenzione alle malattie ed agli insetti. 
 
GERANI: fiore tipicamente estivo, regge ottimamente il caldo e la luce diretta, adatto a balconi e fioriere, esplica una azione naturale di repellente verso le zanzare.   È sempre indispensabile una corretta irrigazione, normalmente ogni 2-3 giorni, evitare i ristagni.  Si consigliano i terricci UNICO GERANI e SOLEVIVO GERANI, per eventuali ricolmi.  Le specifiche esigenze nutritive vengono soddisfatte dal CONCIME GERANI (granulare) e CONCIME PER GERANI (liquido 1 misurino diluito in 2 litri d’acqua ogni 7 giorni), la formulazione liquida è consigliata associata alle frequenti irrigazioni.  Rimuovere manualmente le infiorescenze e le foglie secche. Prestare sempre la massima attenzione alle malattie ed agli insetti. 
 
ACIDOFILE ED ORTENSIE: Le piante acidofile in questo mese sono in piena attività.  Il periodo e la durata della fioritura dipendono dalle singole specie.  Mantenere l’Ortensia (e le altre specie sensibili all’insolazione diretta, Rododendro ed Azalea) in un luogo riparato (contro un muro ombreggiante, sotto una tettoia od un albero, ecc…).  Irrigare frequente, possibilmente con acqua pura o piovana, ma senza alcun ristagno (condizione garantita dai terricci AL.FE SOLEVIVO ACIDOFILE ed UNICO ACIDOFILE).  Le piante acidofile gradiscono anche le nebulizzazioni sulla chioma (unire il concime AL.FE ACIDOFILE idrosolubile), soprattutto in caso di giornate particolarmente calde, porre però la massima attenzione alle malattie fungine ed agli insetti.  In alternativa sfruttare le irrigazioni per apportare i concimi specifici CONCIME PER ACIDOFILE (1 misurino in 2 litri d’acqua ogni 7 giorni), in formulazione liquida AL.FE per ACIDOFILE in formato granulare.  La brillantezza delle foglie e le eventuali carenze di ferro, vengono risolte da una miscela (biologica) di micronutrienti, AL.FE VERDESI (2 cucchiai da caffè circa in un vaso da 15 cm di diametro). 
 
PIANTE GRASSE E CACTACEE: Solitamente non manifestano particolari problemi di caldo, ma ogni specie può avere esigenze particolari. Ad esempio l’Aloe può manifestare bruciature sulle foglie, problema pressoché assente nelle Cactacee.  Alcune come Cereus, Coryphantha, Ariocarpus sono in fioritura.  Evitare assolutamente il ristagno idrico, per nulla tollerato, ricorrendo a SOLEVIVO CACTACEE per le rincalzature. Sostenere le piante con CONCIME PER PIANTE GRASSE liquido, da distribuire in 1 misurino diluito in 2 litri d’acqua ogni 7 giorni con l’irrigazione, non bagnare le foglie per non favorire l’insorgere di malattie. Prestare attenzione anche alla presenza di insetti. 
 
ROSE: Le rose hanno comportamenti differenti a seconda della tipologia.  Annaffiarle regolarmente almeno ogni settimana, più spesso con clima torrido, concimandole con ROSAVIVA utilizzando 20-40 gr (1-2 misurini) per metro quadrato, da disporre nei pressi delle piante prima di irrigare o con FLORSOL idrosolubile (in grado di risolvere anche le carenze dei microelementi), utilizzabile sia in maniera granulare (1 busta per metro quadro), sia solubilizzato al terreno, nella dose di 25gr in 10 litri d’acqua per metro quadrato di superficie, oppure come nebulizzazione fogliare 25 gr in 5 litri d’acqua, ideale per la risoluzione delle carenze da microelementi, i trattamenti sono da ripetere ogni 15 – 20 giorni.  Prestare la massima attenzione alle malattie ed agli insetti. 
 
CYCAS: Cycas, in piena attività. Irrigare regolarmente per ottenere uno sviluppo vegetativo adeguato, unitamente al CONCIME PER CYCAS, alla dose di 1 misurino in 2 litri d’acqua. Prestare attenzione agli insetti. 
 
PIANTE FIORITE: Malgrado il caldo, in questo periodo vi sono moltissime essenze in piena fioritura, alcune continueranno fino a settembre.  Margherite, petunie, bignonie, clematidi, cosmee (asteracee), dalie (Dhalia spp.), gazanie, gladiolo, kniphofie, tageti, lobelie, lisanti, iris, portulache, Hibiscus, solo per citarne alcune.  Il caldo impone irrigazioni regolari e frequenti. Le risorse utilizzate dalla pianta in fioritura devono essere integrate con concimazioni regolari con il CONCIME PER PIANTE FIORITE AL.FE, da utilizzarsi alla dose di 1 misurino ogni 2 litri d’acqua ogni 7 giorni o con UNISOL o FLORSOL (entrambi in grado di risolvere anche le carenze dei microelementi), utilizzabili sia in maniera granulare (1 busta per metro quadro), sia sciolto e distribuito sul terreno, nella dose di 25gr in 10 litri d’acqua per metro quadrato di superficie, oppure come nebulizzazione fogliare 25 gr in 5 litri d’acqua, ideale per la risoluzione delle carenze da microelementi, i trattamenti sono da ripetere ogni 15 – 20 giorni, Se si preferisce si può ricorrere al concime azotopotassico VIGORFLOR alla dose di 30 mg per metro quadrato, o 30 mg da diluire in 20 litri d’acqua. 
 
PIANTE VERDI: Le piante verdi, soprattutto quelle esotiche, sono in piena attività, mentre quelle dei nostri climi tendono a “riposare” nei periodi più caldi della giornata, per non sprecare acqua.  Scegliere la posizione e l’illuminazione in base alle esigenze delle piante.  Devono tutte essere sottoposte ad irrigazioni regolari, soprattutto quelle di origine tropicale, a cui aggiungere il CONCIME PER PIANTE VERDI specifico, in grado di migliorare l’aspetto della vegetazione ed irrobustirla, 1 misurino in 2 litri d’acqua ogni 7 giorni, per un aspetto brillante delle foglie applicare STAR lucidante fogliare, che le proteggerà anche da polvere e smog.  Prestare attenzione a malattie ed insetti. 
 
INDICAZIONI VALIDE PER LA GENERALITA’ DELLE PIANTE:  In caso siano rilevate carenze di ferro (piante con foglie tendenti al giallo) intervenire con SOLFATO DI FERRO AL.FE, direttamente al terreno (non distribuire su marmo, cemento o piastrelle), o SEQUEALFE, per via fogliare o per irrigazione, o con la miscela VERDESI a base di solfato di ferro dall’azione rinverdente ed antimuschio (alla dose di 80 g/mq, ma l’applicazione deve essere fatta solo dove vi è la presenza del muschio)  In caso di carenza di calcio (germogli e foglie giovani ricurve, distorte e grinzose, ma senza insetti, mentre le radici appaiono corte ed eccessivamente raggruppate) somministrare CALCIO LIQUIDO AL.FE, per via fogliare 20-30 ml in 10 litri d’acqua.  In caso si rivelino carenze complesse, o di altri microelementi, intervenire con i concimi complessi AL.FE, come TRIS, oppure con trattamenti fogliari mirati con UNISOL o FLORSOL (1 busta in 45 litri d’acqua ogni 15-20 giorni).  Per quanto riguarda la difesa, monitorare le piante, se possibile intervenire in preventivo, in modo da contenere le malattie ed impedirgli di danneggiare le infiorescenze e le foglie. Nell’apposita sezione del sito AL.FE, CURA DEL VERDE, troverete indicazioni utilissime sull’identificazione e sul contenimento delle malattie, in base alle vostre colture. Tutti i prodotti AL.FE, riportano sulla confezione chiarissime immagini delle malattie e degli insetti che controllano, permettendovi un immediato riconoscimento del problema sia al momento dell’acquisto, che in future utilizzazioni. 

Orto e Frutteto

Verificare sempre la corretta disponibilità idrica e di elementi nutritivi, soprattutto in previsione di periodi particolarmente caldi. 
 
ORTO (POMODORO, PATATE, PEPERONI, ecc): Nelle piante orticole (in particolare sul pomodoro), è consigliato non avvicendare mai condizioni di stress idrico ad eccessi (ristagni) idrici, poiché potrebbero compromettere la resa e la qualità della coltura (ad esempio spaccature), la siccità blocca lo sviluppo delle piante e la maturazione dei frutti. Per evitare queste spaccature si può impiegare il NITRATO DI CALCIO studiato per mettere a disposizione immediatamente gli elementi nutritivi alla coltura.  L’”orto in vaso”, richiede una maggior attenzione alle irrigazioni, vista la ridotta quantità di terra.  Concimare con prodotti idrosolubili come UNISOL, o un granulare TRIS, o TRIPLO, 30-40 grammi al metro quadrato, cui deve seguire un’irrigazione, in questo modo si otterranno piante rigogliose in grado di portare a termine la maturazione, gestire le malerbe con sfalci regolari.  Alcuni ortaggi, in base a dove vi trovate ed alla tipologia di coltivazione, inizieranno già a darvi la soddisfazione della raccolta di prodotti buoni e sani. 
 
FRUTTETO E VIGNETO: Monitorare le piante ed irrigare al bisogno.  Concimare con prodotti idrosolubili come UNISOL, o con granulari TRIS o TRIPLO, 30-40 grammi al metro quadrato, direttamente sotto la chioma della pianta (deve seguire un’irrigazione), in modo da avere piante rigogliose che faranno maturare frutti gustosi.  Alcune varietà di piante vi daranno la gioia della raccolta (molte varietà di melo e pero, ma anche alcune di pesche e nettarine, giusto per citarne alcune) e la soddisfazione di poter gustare prodotti buoni e genuini.  Continuare a concimare gli agrumi con LUPINI MACINATI AL.FE.  In caso siano rilevate carenze di ferro (piante con foglie tendenti al giallo), intervenire con SOLFATO DI FERRO AL.FE, direttamente al terreno (non distribuire su marmo, cemento o piastrelle), o SEQUEALFE, per via fogliare o per irrigazione o con la miscela biologica VERDESI.  Per quanto riguarda la difesa, monitorare le piante spesso facendo attenzione ai repentini cambiamenti tra sole e pioggia.  Peronospore, oidi, ecc..., sono funghi molto pericolosi, che possono distruggere totalmente le piante, quindi le loro infezioni devono essere prevenute con trattamenti regolari. Non sottovalutare mai il problema lumache. Nell’apposita sezione del sito AL.FE CURA DEL VERDE troverete indicazioni utilissime sull’identificazione e sul contenimento della malattia in base alla vostra coltura. 
 
INFINE SI RICORDA CHE:  E’ necessario rispettare sempre e rigidamente le dosi, le metodologie e le tempistiche riportate in etichetta, rispettando sempre il tempo di carenza prima della raccolta.  In prossimità della raccolta rispettare sempre il tempo di carenza minimo, espresso in giorni e riportato sulla confezione e sull’etichetta, tra l’ultima applicazione del prodotto di difesa e la raccolta del prodotto stesso, in caso di miscela tra più prodotti rispettare il tempo di carenza più alto. 

In Giardino

Per favorire la crescita del tappeto erboso, nel caldo mese di Agosto, è necessario mantenerlo irrigato ed all’occorrenza falciato. La concimazione, indispensabile, è da  eseguirsi con 120 GIORNI ANTISTRESS a 30 grammi per metro quadrato, oppure con MAXI VERDE a 30-40 grammi al metro quadrato, le applicazioni sono consigliate 1 volta al mese.  Se il vostro manto erboso ha una colorazione spenta e non brillante, AL.FE dispone di un concime particolarmente adatto, il VERDESI a base di micronutrienti, che, seguito da una buona irrigazione, restituirà al vostro tappeto erboso una tonalità verde brillante.  Monitorare la presenza di patologie quali “Dollar Spot”, Elmintosporiosi, Oidi e Ruggini, che compromettono la fruibilità e la bellezza del giardino e, se rilevati, intervenire prontamente con TRIKOSAN concime che favorisce lo sviluppo radicale e fortifica il prato. 

Disinfestazione

In caso di presenza di topi o ratti, intervenire con un prodotto già pronto della gamma VIARAT, ZACK o SKIAT, all’interno della gamma prodotti, AL.FE dispone anche di un pratico e sicuro EROGATORE DI TOPICIPI. Se invece si preferiscono trappole collanti utilizzare RATCOLL, RATY-TAB, TRAPPER (in astuccio protettivo pronto all’uso) o la colla sfusa ALFECOLL, da applicare ai singoli supporti.  Per contenere le fastidiose e pericolose zanzare, sia tigre che comuni, intervenire con un prodotto efficacissimo, ma a basso impatto ambientale, PERMEX 22E, rispettando tutte le informazioni riportate in etichetta, oppure INSETTICIDA DYNAFAST.  Se il problema sono le mosche, AL.FE presenta diverse soluzioni tra cui il nuovo insetticida ALFASECT oppure collanti ed attraenti, che risolvono il problema senza spruzzare nulla nell’ambiente (quindi utilizzabile anche all’interno o in ambienti aperti in cui si vuole soggiornare immediatamente), in particolare la trappola adesiva SPIROFLY e FLYSTICK e la trappola attrattiva FLYBUSTER. 
 
In questo periodo può manifestarsi anche la presenza nidi di VESPE E CALABRONI, il prodotto AL.FE VESPE E CALABRONI è studiato per l’utilizzo in sicurezza, in quanto dotato di un getto coprente fino a 5 metri.  Nel caso notiate una fastidiosa espansione di erbe infestanti, in vialetti o cortili, AL.FE può fornirvi un’ampia gamma di DISERBANTI TOTALI, oppure il nuovo corroborante a base di ACETO che ha un azione caustica contro le malerbe. 
AL.FE., PUR AVENDO SELEZIONATO I SUOI PRODOTTI PER LA DIFESA TRA QUELLI A MINOR IMPATTO AMBIENTALE ED A MINOR RISCHIO PER GLI UTILIZZATORI, RACCOMANDA SEMPRE DI ATTENERSI RIGIDAMENTE E SCRUPOLOSAMENTE A QUANTO RIPORTATO NELL’ETICHETTA DEI SINGOLI PRODOTTI, PRESTANDO LA MASSIMA ATTENZIONE SOPRATTUTTO ALLE DOSI ED ALLA MODALITA’ D’IMPIEGO, INDOSSANDO IN OGNI CIRCOSTANZA DI UTILIZZO DISPOSITIVI DI PROTEZIONE INDIVIDUALE. 
Il sito Alfe utilizza cookie per migliorare l'esperienza di navigazione dell'utente. Per maggiori informazioni puoi consultare la nostra Cookies Policy
Accetto